15 febbraio 1936: battaglia dell’Amba Aradam


15 febbraio 1936: nel corso della Guerra d’Etiopia, le truppe italiane guidate da Pietro Badoglio sconfiggono le truppe abissine, guidate dal ras Mulugeta Yegazzu, nella decisiva battaglia del monte Amba Aradam.

Le forze abissine furono sconfitte e in parte si disgregarono durante la ritirata a causa dell’iprite, un gas vescicante rilasciato a bassa quota dall’aviazione dell’esercito regio italiano, anche sui civili. A terra, i soldati spararono proiettili all’arsina e al fosgene, fortemente tossici.

Le truppe italiane riportarono circa 800 perdite, quelle abissine furono 6 mila morti e 13 mila feriti.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *